Patrimonio Latente

è uno strumento tecnologico per la valorizzazione dei Beni Culturali.

Il progetto, nato grazie a un finanziamento della Regione Puglia nel contesto delle “Borse di ricerca a giovani laureati”, Misura 3.12, avv. 22/07 Az. A1, è il risultato di una sinergia tra l'autore dott. Angelo Maria Monaco, il Dipartimento dei Beni delle Arti e della Storia della Facoltà di Beni Culturali dell'Università degli Studi del Salento e la cooperativa NonSoloBarocco di Lecce.

                                                                                 


 

L'obiettivo del progetto è mettere a disposizione degli utenti del database uno strumento di ricognizione immediato e innovativo per l'acquisizione di informazioni di tipo storico e artistico, così come di conservazione dei beni catalogati. Il prodotto derivato dalla progettazione consiste in una banca dati caratterizzata da semplicità nella consultazione ma molteplicità di livelli di fruizione.                                 

                                                          


L'autore ha deciso di sperimentare tale sistema di catalogazione su una specifica tipologia di beni, cioè la pittura sacra realizzata su supporto mobile prodotta da artisti attivi nel territorio salentino tra i secoli XVI e XVII, presente nei siti ecclesiastici aperti al culto nel territorio della provincia di Lecce.                           

                                                                                    

Data la natura di interattività della banca dati on line, sarà sempre possibile incrementare e modificare il numero e i contenuti delle schede, così come aggiornare lo stato di conservazione di quelle opere che necessitano di un intervento di restauro. Infatti, saranno presto inserite nuove tipologie di opere (cfr. database opere in fondo a questa pagina) quali ad esempio la pittura veneta e napoleana in Salento risalente al XVI secolo.                      

                                                                                                           

 

 

Come eseguire una ricerca

Dalla barra di navigazione sulla sinistra della home page definita “CATALOGO” è possibile avviare una ricerca

A) di tipo topografico: selezionando un nome dall'elenco “COMUNI”

B) di tipo tematico: inserendo un singolo lemma nel riquadro “CERCA NEL SITO”

RICERCA A)

Alla selezione di un singolo comune segue la visualizzazione di una nuova pagina dove figura un elenco di chiese, presenti nel medesimo comune, all'interno delle quali sono conservate opere corrispondenti alla tipologia di beni oggetto della catalogazione.

In questa nuova pagina, cliccando la voce “VISUALIZZA OPERE” si avrà la possibilità di accedere ad un elenco di dipinti, quindi ad una singola scheda sull'identità dell'opera e al relativo stato di conservazione la cui data di rilevamento è espressa tra parentesi.

RICERCA B)

All'inserimento di un singolo lemma corrisponde la visualizzazione di tutte le occorrenze del medesimo all'interno di tutte le schede presenti nel data base.

Tale sistema consente una ricognizione sinottica di un ampio tipo di informazioni: ad esempio, è possibile vedere quali e quanti dei dipinti catalogati siano in un determinato stato di conservazione (cfr. la medesima voce nel paragrafo “SCHEDA”), quanti dipinti siano caratterizzati dal medesimo soggetto iconografico, quanti e quali dipinti siano stati realizzati secondo una specifica tecnica di esecuzione e così via.

                                                                               

 

La scheda

Ogni scheda è suddivisa in quattro aree principali, alcune delle quali composte da varie sotto voci:

A) Area tecnica, suddivisa in:

Autore

(laddove sia possibile è specificato il nome dell'autore del dipinto)

Soggetto

(è riportato il titolo del dipinto)

Collocazione

(è indicato il nome dell'edificio in cui il dipinto è custodito)

Provenienza

(è indicata la collocazione originaria del dipinto)

Datazione

(è indicata la data di esecuzione del dipinto se riportata / è espressa dal curatore della scheda una stima della cronologia dell'opera)

Tecnica di esecuzione

(è specificata la tecnica di esecuzione del dipinto e i materiali pittorici usati)

Misure

(indicano la lunghezza di altezza e base del dipinto; sono espresse in cm; laddove la collocazione del dipinto non abbia consentito allo schedatore la precisa misurazione dell'opera le misure stimate sono seguite dalla dicitura ca. (circa)

Iscrizioni

(nei casi in cui la superficie pittorica sia completata da iscrizioni esse sono inserite in questo campo; nel caso di iscrizioni in lingua latina, viene offerta traduzione della medesima in italiano)

B) Area dello stato di conservazione, suddivisa in:

Lo stato di conservazione

1) è seguito da una indicazione cronologica relativa al periodo di rilevazione del medesimo

2) è sintetizzato in tre categorie:

buono / non buono / pessimo

Ultimo restauro eseguito

(indica l'anno dell'ultimo intervento di restauro dell'opera, o una stima espressa in: ultimo quinquennio / decennio, laddove è stato possibile recuperare informazioni più dettagliate è stato anche inserito il nome dell'ente o laboratorio di restauro coinvolto nel recupero del bene)

Esigenza restauro

 specificata con SI o NO. In caso affermativo è specificato il tipo di metodologia idonea per il restauro del bene)

Livello urgenza: specificato in tre categorie cromatiche:

Verde (relativamente urgente: lieve intervento di restauro)

Giallo (urgente: stato avanzato di degrado)

Rosso (stato di conservazione pessimo)

Proiezione tempi

(proiezione dei tempi d'esecuzione per il necessario intervento di restauro, indicato in numero mesi)

Proiezione costi

(stima del costo dell'intervento di restauro espresso in euro)


C) Analisi iconografica

(è proposta una lettura dell'iconografia dell'opera)

 


D) Area approfondimenti

(Sono dati suggerimenti all'utente per uno studio più approfondito del dipinto e per una migliore fruizione delle risorse del sito)

Suggerimenti per una analisi incrociata tra più opere

(suggerisce opere dai contenuti iconografici simili presenti nella banca dati)

Ricerca per lemmi dalla home page

(propone una ricerca per parole chiave all'interno dell'intero sito, tale tipo di ricerca consente l'acquisizione sinottica di un elevato e differenziato numero di informazioni)

Bibliografia recente

(sono proposti i più recenti riferimenti bibliografici relativi all'opera per autore e anno di pubblicazione)

 

 

 

 

 

 

Per visualizzare l'elenco opere

attualmente inserite nel database

clicca qui 

  d65.jpg                             catalano4.jpg                     catalano5.jpg                      campi_beni10 - copia.jpg  

 

Per visualizzare l'elenco immagini

clicca qui

 

 

 

Per visualizzare un'avvertenza

sui contenuti delle schede pubblicate

clicca qui

 

 catalano1.jpgcatalano43.jpgcatalano37.jpg

 

 

  [Home]    [L'autore]    [Contatti]

 

 

 La realizzazione della piattaforma digitale è parte integrante del progetto PATRIMONIO LATENTE

 Il sitoweb è realizzato con la tecnologia Joomla!

 Editor et Administrator: Angelo Maria Monaco.