dipinto 1
 catalano1.jpg  

L'opera

 

 

Autore: Gian Domenico Catalano

Soggetto: Il vescovo Capece supplica a S. Carlo Borromeo la protezione di Gallipoli

Collocazione: Alezio, chiesa della Lizza

Provenienza: idem, su commissione del vescovo Capece

Datazione: post 1617

Tecnica di esecuzione: olio su tela

Misure: ca. 400x200 cm

Iscrizioni: nessuna

Lo stato di conservazione (novembre 2007) e (ottobre 2010)

 

Stato di conservazione: buono

Ultimo restauro eseguito: ultimo quinquennio

Esigenza restauro: no

Livello urgenza: ------------

Proiezione tempi: ----------

Proiezione costi:------------


 

Analisi iconografica

 

Il vescovo Capece raffigurato in ginocchio supplica S. Carlo Borromeo perché protegga la città di Gallipoli rappresentata in uno scorcio paesaggistico sullo sfondo di un'apertura. S. Carlo Borromeo guarda la Vergine col Bambino che si manifestano da un nimbo lucente di nubi e cherubini. Il rapporto dialettico tra i personaggi rappresentati è impostato su una efficace variazione gestuale: la postura delle mani esprime il dialogo in atto tra il vescovo che supplica il Santo, e tra questi e la Vergine col Bambino. E' da notare l'accuratezza topografica della città rappresentata, indice di un'attenzione al vero e al paesaggio come elemento iconografico fondamentale nella narrazione complessiva.

 

 

Suggerimenti per una analisi incrociata tra più opere

 

 

cfr. con Gallipoli>chiesa del Rosario>Catalano>S. Domenico

cfr. con Gallipoli>chiesa di San Giuseppe>Catalano>Annunciazione con San Carlo Borromeo

cfr. con Poggiardo>chiesa Parrocchiale>Catalano>S. Carlo Borromeo

cfr. con Lecce>chiesa di Santa Maria degli Angeli>Catalano>S. Carlo Borromeo

cfr. con Alezio>Madonna della Lizza>Catalano (bottega)>San Pancrazio

 

ricerca per lemmi dalla home page:

 

Catalano

Gallipoli

Paesaggio

S. Carlo Borromeo

Vergine col Bambino

vescovo Capece


 

Bibliografia recente:

 

Pindinelli-Cazzato, 2000

Galante, 2004